1 01 2021

Credito d’imposta per investimenti pubblicitari

2021-01-01T12:09:55+01:00Gennaio 1st, 2021|Senza categoria|

Viene prorogato al 2022 il regime “straordinario” del credito d’imposta per investimenti pubblicitari. Nello specifico, per gli anni 2021 e 2022, il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari è concesso: a imprese, lavoratori autonomi, enti non commerciali; nella misura unica del 50% del valore degli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale (non quindi su radio e TV); entro il limite massimo di 50 milioni di euro per ciascun anno.

1 01 2021

Credito d’imposta per ricerca, sviluppo e innovazione

2021-01-01T12:07:51+01:00Gennaio 1st, 2021|Senza categoria|

Viene prorogato dal 2020 al 2022 il credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività in­novative, con alcune modifiche in merito alla misura dell’agevolazione. Misura dell’agevolazione Per le attività di ricerca e sviluppo agevolabili, il credito d’imposta spetta (ferme re­stando le specifiche maggiorazioni previste per il Mezzogiorno): in misura pari al 20% della relativa base di calcolo; nel limite massimo di 4 milioni di euro. Per le attività ...

1 01 2021

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali

2021-01-01T12:05:54+01:00Gennaio 1st, 2021|Senza categoria|

Per gli investimenti in beni strumentali nuovi effettuati dal 16.11.2020 al 2022 (con termine “lungo” 30.6.2023) è previsto un nuovo credito d’imposta. Misura dell’agevolazione Il credito d’imposta “generale”, relativo agli investimenti in beni materiali e immateriali strumentali nuovi non “4.0”, è riconosciuto (alle imprese e agli esercenti arti e pro­fessioni): per gli investimenti effettuati dal 16.11.2020 al 31.12.2021, nella misura del 10% del costo (elevata al 15% per gli investimenti nel lavoro agile) e nel limite mas­si­mo di costi ammissibili ...

1 01 2021

Proroga della detrazione c.d. “bonus mobili”

2021-01-01T12:03:24+01:00Gennaio 1st, 2021|Senza categoria|

Viene prorogato, con riferimento alle spese sostenute nel 2021, il c.d. “bonus mobili” (art. 16 co. 2 del DL 63/2013). A tal fine, rilevano gli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati dall’1.1.2020. Dall’1.1.2021, viene altresì elevato da 10.000,00 euro a 16.000,00 euro il limite mas­si­mo di spesa detraibile.

25 11 2020

Proroga al 30 giugno 2021 di moratorie bancarie e «Garanzia Italia»

2020-11-25T09:06:35+01:00Novembre 25th, 2020|Senza categoria|

Il disegno di legge di bilancio per il 2021 dispone la proroga al 30 giugno 2021 delle moratorie dal rientro dei finanziamenti bancari delle PMI già in essere al momento della deflagrazione della crisi epidemiologica da COVID-19, di cui all’art. 56 del DL 18/2020 (c.d. decreto “Cura Italia”) e dei termini entro cui SACE e il Fondo di garanzia possono erogare, a favore delle banche finanziatrici, le garanzie pubbliche sulle richieste di nuovi finanziamenti, ai sensi, rispettivamente degli artt. 1 e 13 del DL 23/2020 (c.d. decreto “Liquidità”). La ...

12 11 2020

Proroga acconti di novembre soggetti ISA decreto “Ristori bis” 9 novembre 2020

2020-11-12T09:21:19+01:00Novembre 12th, 2020|Senza categoria|

Il decreto “Ristori Bis” (D.L. 9 novembre 2020, n. 149) ha previsto per i soggetti ISA (individuati dall’art. 98, comma 1, del “Decreto Agosto”, D.L. n. 104/2020) interessati dalle nuove limitazioni anti-Covid, la possibilità di beneficiare della proroga al 30 aprile 2021 del pagamento della seconda rata dell’acconto Ires, Irpef e Irap, indipendentemente dall’intervenuta riduzione del fatturato o dei corrispettivi. Si tratta nello specifico dei contribuenti: operanti nei settori economici indicati negli allegati 1 e 2 del decreto “Ristori Bis”, ...

2 11 2020

ECO BONUS – Perché non decolla?

2020-11-02T13:03:55+01:00Novembre 2nd, 2020|Agevolazioni|

Il quadro normativo è sostanzialmente completo, le interpretazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, piacciano o meno, sono sufficientemente chiare e restano solo questioni marginali da chiarire, la piattaforma telematica dell’Agenzia delle Entrate per la cessione del credito d’imposta è operativa dal 15 ottobre. E allora perché il cd. 110% non decolla come meriterebbe? In questo articolo illustreremo le criticità che ostacolano la fruizione dell’agevolazione, nonché le perplessità dei soggetti coinvolti di fronte alla procedura farraginosa da seguire per cercare di ottenere ...

22 10 2020

Limiti dei poteri di gestione dei soci non amministratori nelle s.r.l. (art. 2475, comma 1, c.c.)

2020-10-22T15:43:04+02:00Ottobre 22nd, 2020|Società|

L'art. 2475, comma 1, c.c., là dove dispone che la "gestione dell'impresa [...] spetta esclusivamente agli amministratori, i quali compiono le operazioni necessarie per l'attuazione dell'oggetto sociale", non consente allo statuto di attribuire a soci non amministratori il potere di dare diretta esecuzione a decisioni afferenti la gestione della società. Conseguentemente, mentre devono ritenersi legittime le clausole statutarie che attribuiscano a soci non amministratori, come diritto collettivo ai sensi dell'articolo 2479 c.c. o come diritto particolare ai sensi dell'articolo 2468, comma 3, c.c., ...

9 10 2020

La rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni.

2020-10-21T10:23:30+02:00Ottobre 9th, 2020|Società|

La legge di conversione (legge n. 77/2020) del decreto "Rilancio" (D.L. n. 34/2020) ha previsto una proroga dei termini al 15 novembre 2020 per la rivalutazione di partecipazioni societarie e terreni posseduti al 1° luglio 2020. I tempi iniziano a farsi stretti perché entro il 15 novembre 2020, per beneficiare della rivalutazione, si dovrà: versare l'imposta sostitutiva (in unica soluzione o la prima di tre rate annuali di pari importo); redigere e asseverare la perizia di stima (da parte di un ...

15 09 2020

Fattura elettronica: da gennaio 18 tipi di documenti diversi, utilizzabili già a partire dal 1° ottobre 2020

2020-10-21T10:22:24+02:00Settembre 15th, 2020|Fattura Elettronica|

A partire dal 1° gennaio 2021 la fattura elettronica cambierà volto, con l'introduzione di una molteplicità di tipologie di documento e la proliferazione dei codici natura. Le modifiche al tracciato XML, introdotte dal Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate n. 99922 del 28 febbraio 2020 (specifiche versione 1.6), e oggetto di successivo ritocco con Provvedimento 20 aprile 2020, prot. n. 166579/2020 (versione 1.6.1.), dovranno essere obbligatoriamente utilizzate a partire dall'anno 2021, ma a partire dal 1° ottobre 2020 si potrà cominciare a ...

Torna in cima